I demoni del Mezzogiorno. Follia, pregiudizio e marginalità nel manicomio di Girifalco (1881-1921)

I demoni del Mezzogiorno. Follia, pregiudizio e marginalità nel manicomio di Girifalco (1881-1921)
Collana: Storie
Anno edizione: 2018
Editore: Rubbettino
Category: Storia e archeologia
In commercio dal: 23/04/2018
Autore: Oscar Greco
EAN: 9788849854374

A 40 anni dalla legge Basaglia un libro sul manicomio di Girifalco. Il volume analizza i primi 40 anni di esistenza della struttura nata all’indomani dell’Unità d’Italia quando i manicomi furono considerati luoghi idonei a segregare le persone non presentabili e non in grado di contribuire alla costruzione della nuova società: i folli, i derelitti e i soggetti marginali che non si integravano con i canoni etico-economici della società liberale ottocentesca. Nato in tale contesto politico e sociale, il manicomio di Girifalco, grazie ad una psichiatria condizionata dal positivismo lombrosiano, innervato dalle dottrine della degenerazione e dell'atavismo, e all'influenza delle correnti culturali che spiegavano l'arretratezza del Meridione e dei suoi fenomeni criminali in un quadro di «irreversibile inferiorità biologica e morale» delle popolazioni del Sud, inevitabilmente è diventato, per alcuni, il luogo simbolo della costruzione «scientifica» dell'inferiorità psichica e del carattere criminale di un'intera popolazione. La ricerca di Greco, condotta sugli atti di archivio e sulle cartelle cliniche di quel periodo, documenta però una realtà più complessa. Quel manicomio di periferia era adeguatamente inserito nella società rurale che lo circondava e riusciva a cogliere le molteplici sfaccettature del disagio mentale di un ambiente economico-sociale povero e premoderno e a introdurre anche pratiche terapeutiche d’avanguardia come l’ergoterapia o la contenzione limitata, favorita anche dalla dimensione contenuta del contesto urbano nel quale era inserita, anticipando così alcune pratiche che divennero il cavallo di battaglia della pratica psichiatrica di Battaglia.

Hotéis Piazza del Popolo. Grandes preços, sem custos reserva.